timeo danaos et dona ferentes

Laocoonte, sacerdote e veggente, figlio dei sovrani di Troia, scagliò contro il cavallo di Ulisse una lancia, per farne risuonare il ventre vuoto. Inutilmente. Dal mare giunsero due enormi serpenti che lo avvinghiarono e stritolarono insieme ai due figli. Troia doveva morire, perchè potesse nascere Roma. La storia di Laocoonte, però, non è morta. L’arte e la politica continuano a … Continua a leggere

un tempio

Non so perchè proprio oggi. Sarà per nostalgia. Sarà per la malinconia dei ricordi: aule, libri, ricerche, amici, maestri scivolati nel limbo delle emozioni rarefatte. Sarà quel che sarà. Ma oggi, piuttosto che qui, vorrei essere ancora lì. Tra il Palatino, il Quirinale e il Celio a guardare il tempio di Venere e Roma. A guardare quel che resta del … Continua a leggere

il vasaio

Io non lo conosco un vasaio. Non le ho mai viste le sue mani immerse nell’argilla, nel fuoco, nelle scelte necessarie. Penso a lui, però, quando la ceramica mi scivola dalle mani e si rompe. Oppure quando mi ritrovo a raccogliere un coccio. A volte lo nascondo e lo conservo. Lo custodisco, fraudolento e innocente, come il tempo a cui … Continua a leggere

gli archeologi

Ci sono luoghi in cui è pericoloso fare ritorno. Corri il rischio di aver perso l’orientamento, travolto da storie diverse. Ma vale sempre la pena tornarci. Come farsi centinaia di righe per rileggere quelle parole che ti hanno segnato e che conosci a memoria. Un colpo di piccone e poi la cazzuola a sfogliare pagine di terre: consistenze e colori … Continua a leggere