aspettando Natale

Per quanti Natale siamo stati 13. Sette cugini per sei zii. Tante voci per tanto fragore. C’era sempre un abete, carico di prismi e intermittenze. Sfiorava il soffitto con la punta, che si piegava e un po’ soffriva. Perchè era un abete vivo. Di quelli con le radici, che, finite le feste, mio padre trapiantava in campagna. E intorno, ai … Continua a leggere