l’uomo che parlava con gli alberi

indossava radi baffi bianchi e una voce sottile. Quasi mai gli occhiali, anche se avrebbe dovuto. Preferiva sforzare vista e memoria. Calcava stretti sentieri, raggiungeva la cima di un monte, scendeva in una valle. Di tanto in tanto si fermava. Non per riposare. Pensava. Fino a quando un soffio di vento o le ali di un uccello gli restituivano le … Continua a leggere